Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

La letterina del sabato 4 febbraio 2023

Care Amiche e cari Amici,

bisogna sempre pensare a ciò che di buono può accadere anche quando si è consapevoli che l’aver fatto il possibile non garantisce il miglior risultato. Infatti occorre che ci sia la buona volontà anche di altri se non nel fare quanto meno ad accogliere un invito. È accaduto (ancora una volta?) in occasione dell’incontro che il dottor Francesco Ricci ho tenuto, molto brillantemente, con la competenza e la chiarezza espositiva già sperimentate in passato, sul tema dei vaccini, lunedì 23 gennaio in Municipio. A quella serata, compresa nel calendario degli “Incontri in Comune”, avevo espressamente invitato quelli che sui vaccini hanno avuto ed hanno posizioni particolari, scettiche, contrarie. Li avevo invitati quasi provocatoriamente, sfidandoli ad esserci. Sarebbe stato utile non a loro, che non avrebbero cambiato idea su nulla, ma agli altri si. Perché avrebbero potuto confrontare posizioni diverse e diversamente motivate, il che consente a tutti gli altri di farsi idee più fondate e meno vaghe. Evidentemente a Miglianico non abbiamo dei solidi, convinti e, per certi versi, rispettabilissimi “no-vax” ma dei generici bastian contrari che preferiscono autoconvincersi di banale terrapiattismo piuttosto che portare le proprie convinzioni a confronto con quelle degli altri senza temere di dover indietreggiare né rinnegare alcunché. Hanno sbagliato a non esserci perché avrebbero ascoltato tante cose serie, documentate, sperimentate anche qui sul territorio, tra le quali alcune che avrebbero fatto loro molto piacere. 

La letterina del sabato 28 gennaio 2023

Care Amiche e cari Amici,

ieri l’altro pomeriggio, in poco tempo, mi sono arrivati messaggi, anche con triangolazioni arrivate da fuori Miglianico, e telefonate cortesi con la stessa richiesta: notizie o chiarimenti sullo stemma del nostro Comune. A chi servivano? “Qualcosa di adatto a un bambino di otto anni”. Perché? Perché - m’è sembrato di capire - quando gli alunni non trovano dove fare la ricerca la via della soluzione sta sempre a casa. Quando i bambini chiedono e i genitori non sanno rispondere questi ultimi provano a trovare le risposte, non possono far brutta figura e mai sulla storia e sui simboli del proprio paese. 

La letterina del sabato 21 gennaio 2023

Care Amiche e cari Amici,

prima di trattare di cose più direttamente vicine a noi voglio condividere con i miei eroici ventitré Lettori una piccola riflessione su una vicenda che comunque ci riguarda come Cittadini contribuenti e fruitori del servizio sanitario nazionale. La vicenda è quella dell’arresto del boss mafioso Matteo Messina Denaro, notizia di evidenza clamorosa oltre la sua reale dimensione. Le notazioni sono due in realtà. La prima è che il nostro Abruzzo è stato sbattuto in prima pagina perché ospita un detenuto, un condannato all’ergastolo. La notizia non riguarda un nuovo insediamento industriale, un grande evento sportivo, la presenza di un artista internazionale o di un vip dello spettacolo o di altri validissimi accidenti che potrebbero aumentare l’attrattività turistica regionale. Tutto ciò avviene senza che i nostri governanti regionali ed anche i carissimi Colleghi Giornalisti abbiano mostrato di aver considerato che in fondo è cattiva pubblicità.

La letterina del sabato 14 gennaio 2023

Care Amiche e cari Amici,

è partita la “trasformazione digitale” del nostro Comune. Lunedì scorso il nostro Sindaco ha annunciato questa vera rivoluzione attraverso i canali social dando più di un elemento di informazione. Per poter esser davvero proiettati verso il futuro occorrerà ancora un po’ e bisognerà superare qualche difficoltà legata non alla qualità del progetto ma alla sua stessa operatività, poiché non tutti siamo allo stesso livello sia di abilità digitali sia anche solo di dotazione strumentale. Questo è stato già messo nel conto ed il Sindaco lo ha detto garantendo tutta quella serie di informazioni, istruzioni, passaggi formativi e sostegni tutti gratuiti affinché tutti noi ad un certo punto potremo essere non solo in grado di operare nello scenario appena annunciato ma in piena dimestichezza con il nuovo sistema che, a quel punto diventerà normalità. La vera difficoltà in certi casi è non laciare indietro nessuno. Le rassicurazioni ci sono già e c’è da fidarsi. Ma c’è anche da dare una mano e collaborare anche perché non è un fatto di maggioranza o minoranza ma di vita della nostra Comunità.   

La letterina del sabato 7 gennaio 2023

Care Amiche e cari Amici,

la prima Letterina dell’anno di grazia 2023 sarà tutta dedicata a cose belle. Ce ne sarebbero anche di antipatiche da raccontare. Però voglio che questo anno, qui, in questo spazio di libertà, inizi semplicemente ma soltanto con alcune delle belle vicende accadute e che stanno per accadere qui a Miglianico.

Sabato scorso, grazie alla disponibilità dell’Amico Graziano Sulpizio, ho potuto acquistare il “Calendario di San Pantaleone 2023 curato dalla locale Confraternita e nobilitato dai contributi del nostro parroco, don Gilberto, e del Presidente del Gruppo comunale per la promozione della cultura, professor Antonello Antonelli. Aver voluto acquistare anche quest’anno un simbolo come quello vale doppio perché dimostra la differenza di attenzione che si è capaci di avere sulle cose di Miglianico. È questione di stoffa.       

La Letterina del sabato 31 dicembre 2022 e del Buon Anno

Care Amiche e cari Amici,

non è possibile fare il consuntivo di un anno intero in una sola Letterina. Non è possibile neppure sintetizzare quel che è accaduto proprio negli ultimi giorni. Non posso però omettere di raccontare ai miei ventitré Lettori due fatti che non possono essere trascurati né rinviati, soprattutto il secondo. 

Giovedì, 29 dicembre, c’è stato Consiglio comunale. Per chi non vi ha assistito sarebbe davvero opportuno andarselo a rivedere: la registrazione è disponibile sul profillo pubblico del Sindaco. Tralascio i dettagli, che pure sono tutti molto interessanti.

Viva Miglianico accende la macchina del tempo e diventa libro

Per festeggiare i primi dieci anni di vita di “Viva Miglianico” abbiamo acceso la macchina del tempo: il virtuale è divenuto concreto, lo scritto è stato stampato sulla carta. Ora “Viva Miglianico” è anche un libro. Attraverso di esso si rinnova come dono e, come tale, si presenta a tutti. 

Grazie all’impegno del Gruppo Comunale per la promozione della Cultura, presieduto dal professor Antonello Antonelli, il libro verrà presentato alla Cittadinanza a e quanti vorranno accogliere questo cordiale invito, giovedì prossimo, 29 dicembre, alle ore 20:45, presso l’Aula Consiliare del Municipio, in piazza Umberto I a Miglianico. 

La letterina del sabato 24 dicembre 2022 e del Buon Natale

Care Amiche e cari Amici,

questa foto è uno dei più bei regali di Natale che un uomo semplice come me possa mai sperare di avere. L’altra sera, dopo un’attesa durata tanti, tanti, tanti giorni, trascorsi parlando solo col buon Dio, il mio Dio, il Dio della vita, il Dio della misericordia e della pace, tenendo accesa con testardaggine e tutta la forza dell’animo la luce della speranza più bella, ho potuto riabbracciare Massimo Sulpizio. L’ho abbracciato sentendo su di me il suo abbraccio vigoroso, l’abbraccio di un Amico speciale, una sensazione meravigliosa. Ho pianto di gioia come accade agli uomini semplici quando sanno esser semplicemente uomini. In quella giornata, dopo altre due dolcissime notizie venute dai più cari affetti familiari, quell’abbraccio era la terza bella, bellissima notizia di un giorno la cui luce si è fatta arcobaleno in ripetute lacrime di gioia.

La letterina del sabato 17 dicembre 2022

Care Amiche e cari Amici,

la previsione era così facile che sarebbe inutile ricordarla. L’accensione dell’albero di Natale in piazza, fatta domenica scorsa, ha acceso anche le polemiche, le solite. In verità il pentolino sobbolliva già prima, quando l’albero ancora non si vedeva in fase di allestimento come è sempre accaduto sia con quello tradizionale sia con quello realizzato magistralmente dalla nostre Signore Uncinettine, che, è giusto ricordarlo o farlo sapere a chi non lo sa, hanno fatto scuola, hanno ben seminato, hanno dato un esempio che anche quest’anno è stato seguito in più di un Comune. 

La particolarità delle polemiche correnti è stata che si sono allargate.

La letterina del sabato 10 dicembre 2022

Care Amiche e cari Amici,

ci aspettano giorni ricchi di appuntamenti belli e significativi. Oggi e domani la nostra super-Pro Loco tornerà in piazza per dare concreta solidarietà ai malati di leucemia. Lo farà proponendo la vendita delle tradizioni Stelle di Natale il cui ricavato andrà all’AIL, l’Associazione Italiana contro Leucemia, Linfomi e Mieloma. Noi cosa possiamo fare? Grazie all’impegno della Pro Loco che ci porta l’occasione in casa, possiamo acquistare la nostra Stella di Natale casomai per regalarla a chi, ricevendola, potrà a sua volta sapere concretamente che “ogni malato di leucemia ha la sua Buona Stella”. E potrà capire che esiste questo grande, complesso e doloroso fronte sul quale combattono malati, familiari, ricercatori, scienziati, medici e volontari. Possiamo e dobbiamo combattere anche noi, dalla parte giusta, a sostengo dell’AIL. 

La letterina del sabato 3 dicembre 2022

Care Amiche e cari Amici,

ci siamo. Lunedì prossimo, 5 dicembre 2022, riprenderà ufficialmente la rassegna degli appuntamenti già avviata anni fa a cura del “Gruppo comunale per la promozione della cultura”. Gli “Incontri in Comune”, questa sorta di anno accademico 2022/2023 della cultura a Miglianico, inizieranno con un cineforum che, partendo dalla breve visione del docu-film “Un paese in fiamme”, del regista Dino Viani, affronterà un tema molto suggestivo: “La ritualità del fuoco”. L’appuntamento è per le 20,45 presso la sala consiliare del Municipio, in piazza Umberto I. Tutti sono invitati a partecipare, davvero tutti. Tutti voi, care Amiche e cari Amici, siete pregati anche di fare quel bellissimo passaparola, diretto e coinvolgente, che vale più di tanti manifesti e post sui social. 

La letterina del sabato 26 novembre 2022

Care Amiche e cari Amici,

avevo lasciato libero l’intero spazio di quale Letterina per annunciarvi l’imminente riapertura del calendario di eventi curato dal “Gruppo comunale per la promozione della cultura”. L’annuncio non c’è ancora perché manca la formalità del calendario ufficiale con le date ed i temi collocati in ognuna delle serate programmate. Però, più che ufficiosamente, facendo immeritatamente parte di quel “Gruppo”, posso anticipare ai miei ventitré Lettori che la bella esperienza vissuta tre/quattro anni fa con le serate allestite presso la Casa delle Monache sta per riprendere.

La letterina del sabato 19 novembre 2022

Care Amiche e cari Amici,

il consuntivo della edizione 2022, la 13^, di Novello e Castagne è racchiuso in tre parole: un grande successo. Non avevo dubbi e penso nessuno potesse dubitare delle capacità organizzative e di successo della nostra Pro Loco. Ma quest’anno, come i miei eroici ventitré Lettori sapranno, è accaduto quel che nessuno avrebbe immaginato. Il sabato notte, dopo la seconda serata dell’evento, i bravissimi dirigenti della Pro Loco ed i solerti collaboratori impegnati tra cucine, bracieri, servizio e servizi vari hanno dovuto constatare che era praticamente finito tutto. La grande affluenza di visitatori è stata superiore ad ogni più rosea attesa ed anche ad ogni seria previsione di approvvigionamento. Tra le due e le tre di notte, felici ma stanchi hanno dovuto riprogrammare tutta una serie di acquisti. Sicché la domenica, di buon mattino, il presidente Nicola Santalucia ed alcuni Dirigenti della Pro Loco hanno rinunciato al meritatissimo riposo e si sono rimessi in movimento per rimpinguare le scorte praticamente esaurite.

La letterina del sabato 12 novembre 2022

Care Amiche e cari Amici,

ieri sera è iniziata gioiosamente la tre giorni di “Novello e Castagne” organizzata dalla nostra eccezionale Pro Loco. È oggettivamente presto per fare un consuntivo. Ogni giorno è sempre il tempo per dire grazie alla Pro Loco, al suo Presidente, ai suoi Dirigenti ed a tutti quelli che, senza avere altro ruolo che un sano e spassionato spirito di collaborazione, si adoperano per far sì che anche questa manifestazione riesca al meglio. Così facendo, le Concittadine e i Concittadini impegnati in una tale sfida organizzativa ci danno un semplice ma grandissimo esempio: fare bene per il bene comune, senza chiacchiere e polemiche. È questo il significativo esempio che danno a tutti noi. Ciascuno di noi, riponendo il proprio inutile orgoglio, da questo esempio vivo e concreto può trarre spunto ed energia per fare qualcosa, cioè per fare la propria parte in ogni settore della vita civile locale: qualcosa che è amore per la propria Comunità. È questo il messaggio che noi Miglianichesi dobbiamo saper cogliere tra il profumo delle caldarroste e il gusto delle tante cose buone che sono a disposizione dei visitatori di “Novello e Castagne 2022”.

La letterina del sabato 5 novembre 2022

Care Amiche e Cari Amici,

illuminata e scaldata da un sole estivo abbiamo vissuto anche quest’anno la Festa della Venuta di San Pantaleone. Il Comitato Feste col suo Direttivo in rosa e la guida serena e paziente del Presidente, Giuseppe Volpe, è riuscito ad allestire tutto quel che occorreva per far rivivere una tradizione plurisecolare che è tutta miglianichese. Forse qualche Concittadino ha dimenticato di esserci, sbagliando. Forse la dimensione data a questo appuntamento, che chiude il percorso annuale degli eventi organizzati del Comitato Feste, segna il consolidarsi di un modello che conserva egregiamente l’essenziale, quel che si può più che quel che si vorrebbe. Vanno però apprezzati tutti gli aspetti positivi. Perciò va fatto un grande applauso a tutto il Comitato Feste, a partire dai questuanti, che svolgono un ruolo sempre più difficile ed ingrato. Ancora una volta e, trattandosi della chiusura dell’anno corrente, più che mai va rivolto un caloroso ringraziamento a tutti i componenti del Comitato Feste 2022. Bravi.  

La letterina del sabato 29 ottobre 2022

Care Amiche e cari Amici,

quel che resta dell’opposizione ha fatto capolino alla vigilia di questi giorni di festa, apparentemente scuotendosi dalla sua pigra ed indolente assenza. Ha ripreso così una non felice consuetudine inaugurata nella passata consiliatura amministrativa dai relitti dello scolorito “Progetto Miglianico”, quella cioè di provare a far qualcosa sempre e soltanto sotto le feste. I pessimi risultati di queste furbate propagandistiche sono ormai storia locale. Prima delle feste che ci attendono domani e martedì prossimo, quel che resta dell’insieme-che-divide ha lanciato una piccola raffica di domande al Sindaco, più per accusarlo delle solite cose che per avere risposte.

La letterina del sabato 22 ottobre 2022

Care Amiche e cari Amici,

abbiamo il nuovo governo. La novità è doppia. Per la prima volta nella storia d’Italia il Presidente del Consiglio dei Ministri è Donna. La seconda novità, direttamente collegata proprio alla figura del nuovo Presidente del Consiglio o Presidentessa del Consiglio, è che si tratta di un deputato eletto in Abruzzo. Ovviamente la Presidente Meloni non è abruzzese, ma stata eletta qui. Cosa cambia per la nostra Regione? Non so dirlo ora. Probabilmente nulla perché il legame con un territorio non è dato dalla collocazione in lista che viene fatta secondo le leggi elettorali di questo secolo. Per sapere se nella squadra di governo ci sarà un abruzzese un pochino tale, nel senso anagrafico oltre che di collocazione in lista, dovremo attendere ancora poco, cioè la conclusione della lotteria delle nomine di vice-ministri e sottosegretari.

La letterina del sabato 15 ottobre 2022

Care Amiche e cari Amici,

è andata molto bene la prima “Festa dei Borghi ospitali” che abbiamo potuto vivere sabato scorso grazie all’impegno di tanti e soprattutto della nostra super Pro Loco. La novità dell’iniziativa, la curiosità di voler conoscere meglio questa associazione e il bel tempo hanno fatto sì che la serata sia stata affollata, ricca di profumi, piena di sapori e colorata di gioia.

Restano da vivere altri due appuntamenti. La Festa della Venuta di San Pantaleone ci sarà, com’è tradizione, l’ultima domenica di ottobre grazie all’impegno del Comitato Feste presieduto da Giuseppe Volpe. A novembre, poi, tornerà una tradizione più recente ma già consolidata quale è quella di “Novello e Castagne” dove, ancora una volta, la regia e il lavoro organizzativo saranno garantiti dalla nostra impareggiabile Pro Loco, presieduta da Nicola Santalucia.

La letterina del sabato 8 ottobre 2022

Care Amiche e cari Amici, 

dopo quella di ieri che è stata per tutti la giornata del sorriso, la dolce curva che solleva il mondo, ecco che questo sabato ci propone un altro momento felice, almeno qui, nella nostra Miglianico. Infatti la nostra Cittadina oggi sarà sede della prima “Festa dei Borghi ospitali”. Non si tratta solo di Miglianico ovviamente perché ci sono anche Altino, Arielli, Furci, Archi, Montebello sul Sangro, Bomba, Montelapiano, Colledimezzo, Ripa Teatina, Roccaspinalveti, Fara Filiorum Petri, Fresagrandinaria, Schiavi D'Abruzzo, Tollo e Frisa, tutti comuni della Provincia di Chieti.

Perché la festa si svolge a Miglianico?

La letterina del sabato 1 ottobre 2022

Care Amiche e cari Amici,

il lungo ed appassionato impegno ne “La Notte Europea dei Ricercatori”, che ha occupato tutta la giornata di ieri fino alle prima ore di oggi, mi ha impedito di condividere con voi, nei tempi esatti, una grandissima gioia. Ieri, 30 settembre, “Viva Miglianico” ha compiuto i suoi primi dieci anni. Per tutti noi è un anniversario da festeggiare. Lo facciamo oggi con semplicità ma senza togliere neppure un raggio alla nostra felicità, una felicità che dovrebbe essere serenamente condivisa anche da chi poco o niente ha amato, se non ha addirittura avversato brutalmente questo spazio di libertà. Si, il decimo compleanno di “Viva Miglianico” è davvero un momento di festa. È festa perché 10 anni, 520 settimane, oltre 3.600 giorni vissuti condividendo notizie, riflessioni, curiosità, documenti, appunti storici, perfino poesie sono un traguardo ragguardevole, soprattutto se si considera la durata effimera di quasi tutte le altre esperienze simili, qui e altrove.

Joomla templates by a4joomla