Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Articoli

La letterina del sabato 18 novembre

Care amiche e cari Amici,

il fine settimana appena trascorso è stato dominato da uno degli ultimi eventi organizzati quest’anno dalla nostra impareggiabile Pro Loco: Novello e Castagne 2017”. Il consuntivo e quel che ne segue come commento erano in un qualche modo già nelle anticipazioni fatte nella Letterina di sabato scorso. Le riflessioni migliori saranno quelle che verranno.

Il sodalizio guidato dal Presidente-ovunque, l’Amico Tommaso Palmitesta, e animato dagli appassionati e solerti Dirigenti che conosciamo e ammiriamo, non entra in letargo. Loro non sanno star fermi.

La letterina del sabato 11 novembre

Care Amiche e cari Amici, 

la riflessione di oggi, giorno che un tempo veniva ricordato come “estate di san Martino” o come il giorno in cui “ogni mosto diventa vinoè principalmente dedicata alla nostra Pro Loco. 

Prima della riflessione un pensiero a questa ricorrenza che ci presenta un Santo che non deve essere ricordato per la facile rima del suo nome con vino ma per l’esempio di generosità e altruismo, di accoglienza senza pregiudizi e di vero amore fraterno che merita di essere seguito nella vita civica prima e insieme a quella spirituale.  

La letterina del sabato 28 ottobre

Care Amiche e cari Amici,

anche oggi poche riflessioni legate ai momenti più interessanti e divertenti di questo fine settimana.

Ieri pomeriggio sono stato ad una manifestazione organizzata a Sambuceto dal Coordinamento dei Democratici Cristiani d’Abruzzo. È stata dedicata a Remo Gaspari, prendendo spunto dal libro scritto dall’Amico Licio Di Biase: “Remo Gaspari - una vita per la politica”È stato piacevole oltre che interessante. Il piacere non è quello struggente del tuffo nel passato, del gongolarsi nella nostalgia. No, il piacere è stato quello di poter riascoltare innanzitutto ragionamenti e riflessioni proprie della politica. Poi c’è stato il piacere di rivedere tanti Amici. Non posso sintetizzare in poche righe l’ora e mezza di interventi ascoltati. Posso però condividere la bella sensazione che ho avuto nel sentire dall’ex-ministro Cirino Pomicino un’analisi lucida non solo sul tempo e sulla vicenda storica di Remo Gaspari ma anche sul tempo presente e sulle sue difficoltà, accresciute e rese più ardue dalla mancanza di politica.

Miglianico cambia. Via Roma no

Uno strano fenomeno continua ad interessare via Roma. Con una distanza di tempo dalla cadenza irregolare, senza alcun preavviso e senza alcun apparente ordine o metodo, da qualche anno spuntano vasi bianchi. 

I primi vennero messi per evitare che pochi maleducati automobilisti indigeni continuassero a invadere il marciapiede a raso che sta nei pressi del negozio di alimentari “Katia”, all’altezza dell’incrocio con via Dante Alighieri. 

Poi ne sono sbucati altri due a chiudere, anche lì opportunamente, per impedire le furbe invasioni del largo di Musè sempre ad opera dei pochi maleducati. Per un po’ sono stati ballerini ma poi sono tornati a posto. 

Successivamente ne sono apparsi altri due davanti all’ex Osteria di “Chiavone”. Ma sono sempre stati solo loro, anche se tre metri più a valle c’è un l’ingresso a “Eywa”, che non è un ex locale ma una realtà commerciale attiva. 

In questo fine settimana altri due bulloni han fatto bella mostra di sé, imbiancati di fresco, stavolta sul lato sud dell’imbocco di Largo Biasone, lo spazio per la cui effervescenza fu definito da qualcuno “il Golfo della Sirte”.

Quale è la ragione di questo strano fenomeno? 

La letterina del sabato 4 novembre

Care Amiche e cari Amici,

ci sono alcune cose, tra le altre, che non ho dimenticato. Le voglio ricordare avendo ora lo spazio libero dalla curiosità e dalla emergenza della cronaca locale.  

Non ho dimenticato di fare i complimenti al Comitato Feste 2017, alla sua Presidentessa, la signora Melita Tropea, ai suoi collaboratori, in particolare alle collaboratrici, per aver saputo organizzare le feste locali di quest’anno. La prima esperienza di una Donna alla guida del sodalizio civico che si occupa di organizzare le feste tradizionali di Miglianico e delle altre Donne che l’hanno aiutata nel direttivo e nel Comitato è stata non solo storica per questa bella e importante novità ma è stata decisamente positiva. Nel solco della tradizione si sono viste anche alcune novità. Ne sono mancate altre che forse era troppo prematuro introdurre. Sono particolari di una discussione che si potrà fare serenamente e costruttivamente nelle prossime settimane.

Joomla templates by a4joomla