Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Articoli

La letterina del sabato 14 luglio

Care Amiche e cari Amici,

ci sono argomenti, luoghi, quasi dei titoli cubitali che vengono tirati fuori con cadenza regolare, anche a Miglianico. Accade quando si avvicinano le elezioni comunali. Nel dopoguerra rimbombava e rimase poi famoso il proclama: “l’acqua a li Piane e la luce a Catalane”. Dagli anni ’70 in poi, tranne che nell’ultima campagna elettorale, forse, è andato di moda “Il colle” o meglio “lu colle”.

Propongo di fare un accordo tra le parti che si confronteranno al prossima volta e di non mettere nei programmi questo tabù né di farne oggetto di discussione.

La letterina del sabato 7 luglio

Care Amiche cari Amici,

è stato già composto il calendario delle manifestazioni che si terranno questa estate a Miglianico. Tutto ruota, come è nella nostra tradizione più recente, attorno a tre momenti forti: le Feste patronali, le Contrade del Piacere e la Miglianico Tour. Saranno i quindici giorni caldi della nostra piccola movida. Posso anticipare che ci saranno alcuni altri appuntamenti di carattere culturale, meno spettacolari ma altrettanto interessanti. Per ora, tra il sole e la pioggia, di caldo c’è solo l’umore dei soliti che aspettano lì, appollaiati, per trinciare qualche critica, sentendosi forti della loro esperienza basata sul non aver mai fatto niente a livello di organizzazione. 

La letterina del sabato 30 giugno

Care Amiche e cari Amici,

ieri mattina, a Chieti, ho partecipato a un corso di formazione riservato ai giornalisti sul tema del giornalismo di guerra riferito alla prima guerra mondiale. Tra i bravissimi relatori c’era anche il prof. Antonello Antonelli. È stata un’esperienza culturale prima che formativa di grande livello. 

Ripensando a quei temi mi viene da annunciarvi che, in alcuni fatti recenti e di prossimo svolgimenti, ci sono due bollettini della vittoria che faranno felici quelli che amano Miglianico e i Miglianichesi. Ovviamente non faranno piacere ai nemici dei Miglianichesi e di Miglianico, compresi quelli che fanno finta di operare a fin di bene ma son bravi solo a dividere pur di portar acqua al proprio mulino.

La letterina del sabato 23 giugno

Care Amiche e cari Amici,

per evitare di esser considerato quel che proprio non sono, cioè un fissato, uno che si impunta su piccole questioni senza alzare lo sguardo sullo scenario che le contiene, ho aspettato che le cose si risolvessero da sole. Non so se è stato per accidenti meteorologici o per una necessità operativa ma le cose non si sono ancora risolte e questo mi spinge a tornare su un tema caro. 

Nei giorni scorsi, come sapete, l’Amministrazione comunale ha messo in cantiere un’altra opera, dopo e insieme alle tante che sono state fatte e che sono in corso di realizzazione. Questa è piccola ma importante: è il nuovo manto di asfalto in via Martiri Zannolli. Il vecchio manto è stato tolto, segno che non si sta procedendo ad una operazione di puro maquillage di tipo pre-elettorale ma ad un intervento serio. Bene. 

Il cambiamento anche in un piccolo gesto. Cronaca di fatti veri

Anche in certi piccolissimi particolari si vede il cambiamento che c’è stato a Miglianico dal maggio del 2014.

L’ultimo episodio è accaduto ieri sera.

Due signori non italiani, probabilmente inglesi o comunque anglofoni, dovevano portare una loro parente, una signora ultranovantenne, al medico di guardia in servizio presso il nostro Poliambulatorio. Si sono fermati in piazza. Hanno educatamente parcheggiato l’auto lasciando la signora a bordo e sono andati in farmacia, riconoscibile dalla sua insegna, per chiedere come raggiungere la guardia medica già allertata.

Anche chi parla inglese avrebbe fatto fatica a spiegare quale è il percorso migliore da fare in auto.

Joomla templates by a4joomla